martedì 14 novembre 2017

DI NUOVO A SCALARE .....PER TORNARE IN CIMA!

Dopo la battuta di arresto di 15 giorni fa i CORSARINI under 10 sono tornati in campo.

Purtroppo io non c'ero, ero a dare una mano ai piccoli della UNDER 8.

Questa volta la storia è andata meglio, la prima partita subito una bella vittoria, che ha finalmente ritemprato lo spirito, poi ahimè il punteggio non ci ha rivisto vincitori, ma ci siamo ritrovati in campo a fare quello che sappiamo fare, gli schemi non sono saltati completamente come la volta scorsa, e quindi la nostra scalata verso l'alto è ripartita in grande stile.

Lo spazio è stato coperto abbastanza, siamo stati avanzanti, ma non ci è riuscito tenere in vita il pallone per continuare ad avanzare, questo ci ha spezzato il gioco, favorendo gli avversari.

Con l'allenamento metteremo a posto anche questo.

Ma il blog non è per gli aspetti tecnici, anche quelli certo ma principalmente il blog si basa sulle emozioni, mie e di chi mi racconta le partite, e su questo i nostri CORSARINI non sono secondi a nessuno, ci fanno sempre provare grandi emozioni.

Ieri la squadra era più compatta, l'impegno è stato massimo, mancavano un po' di giocatori, di AMICI, di COMPAGNI di battaglia, ma non si sono persi d'animo e chi c'era ha dato il massimo anche per loro.

Anche per questa volta la maglia è salva, ma se devo essere sincero ho in cuor mio una grande certezza, la nostra maglia non sarà mai disonorata, i nostri ragazzi hanno tutto quello che serve per portarla in alto, tecnicamente ogni tanto sbaglieranno e noi allenatori con loro....(anche capitan Parisse sbaglia), ma il cuore che ci mettiamo e che loro ci mettono dentro l'ho visto poche volte in giro, e i nostri ragazzi possono insegnare a noi adulti, allenatori e genitori che nel rugby se ci metti il cuore sei sempre un grande anche quando perdi!

Se noi adulti imparassimo di più dai nostri figli, a volte tante incomprensioni dettate dalla nostra testa geneticamente modificata dalla vita che ci fa perdere di vista i veri valori, non ci sarebbero!!

E allora forza CORSARI insegnateci e portateci verso la gloria grazie alle emozioni che ci fate provare!


con i loro allenatori "in corso d'opera" Marco e Sara:
da sinistra verso destra in piedi:
Samuele alias PUZZOLA, Leonardo alias DARDO, Giovanni alias NANNI, Jacopo alias JAKO, Leonardo alias PILONE, Enea alias VETRIK,  Giovanni alias SPILLO.
da sinistra verso destra accosciati:
Luca alias FLASH, Lorenzo alias PP, Filippo alias SID, Matteo alias HULKINO, Simone alias BLABBER, Cristian alias MICRON.

DISTRIBUZIONE - RIDISTRIBUZIONE

Il tema dell'allenamento della nazionale a porte aperte.

Ma oggi parla il babbo, il tifoso e non l'allenatore!

Ho fatto una sorpresa al mio giocatore casalingo, si impegna tanto in campo e non solo e quindi ieri con un colpo di testa improvviso l'ho portato via da scuola e in gran segreto l'ho portato a Firenze a vedere l'allenamento dei suoi idoli, dei nostri idoli.

Capitan Parisse e tutto l'Italrugby erano lì davanti a noi a pochi metri, i nostri gladiatori moderni di ritorno vittoriosi dal primo test match contro le Fiji, si sono allenati a Firenze in preparazione del prossimo impegno di novembre contro i PUMAS argentini......Noi ci saremo, saremo in tribuna, ma questo sarà un'altro post (speriamo felice).

A noi si sono uniti insieme ad our president alcuni compagni di squadra.

Ieri ho riscoperto la gioia di avere un mito da seguire, da imitare, noi adulti ci perdiamo dietro alla ragione, dietro al dovere, dietro alle convenzioni, dietro alla vita di tutti i giorni che ci macina e ci abbrutisce, ma poi .....bastano gli occhi di un bambino, di un ragazzo che ancora crede nei sogni, nei MITI, che si emoziona al solo pensiero di poter solo per un momento incrociare lo sguardo, una parola, una foto con il suo idolo e dentro capisci quanto la vita potrebbe essere diversa, più facile, più vera.

Per fortuna io ho il mio giocatore in casa e i suoi compagni che mi ricordano di vivere queste emozioni!!!

Proprio per questo ieri con un secondo colpo di testa ho mandato in pensione il mio cappello da rugby: il mio primo cappello, che ha visto tutte le battaglie che ho fatto da allenatore, che non ha perso un allenamento e nemmeno una partita, che è sporco di fango (e tale rimarrà, anche se la moglie avrebbe voluto lavarlo); adesso si trova fra i cimeli di famiglia con sopra ..... la firma di Conor O'Shea, ex estremo dell'Irlanda oggi Allenatore della nostra nazionale ..... e quella di capitan Parisse!



AVANTI CON IL CUORE

Avanti con i progressi di squadra....fermi con i risultati.

Domenica scorsa sono sceso in campo con i nostri CORSARINI UNDER 8,  il risultato non ci ha dato ragione ma ci sono molte cose buone sulle quali fondare le basi della nostra squadra.

E' mancata un po' di sana aggressività e tecnicamente è mancato l'avanzamento e il sostegno, il portatore di palla era sempre solo a lottare contro molti avversari.

Ma questo lo miglioreremo, con l'allenamento arriveremo a tutto e lo so con certezza perché nei nostri ragazzi ho visto uno degli elementi fondamentali del nostro sport!

Uno dei motti che ho sempre gridato con i ragazzi recita:

GAMBE - BRACCIA
(perchè con le gambe si corre e con le braccia si placca)
POLMONI - CERVELLO
(perché i polmoni servono per dare aria, benzina ai nostri muscoli e il cervello deve ragionare su cosa fare, su come giocare)
CUORE!
(perché il cuore indica il nostro CORAGGIO).

Quel CUORE i nostri ragazzi lo hanno sempre messo in campo, non si sono mai arresi, anche quando il risultato ci ha schiacciato.

Per questo hanno vinto tutte le loro partite, in particolare la più importante, quella con loro stessi!!!

Nel rugby non si perde mai, si fanno meno punti degli altri, ma non si perde mai, o si vince o si impara dagli altri.

Chiaramente io ero solo in sostegno, il merito del cuore che mettono in campo i nostri piccoli eroi va tutto a loro e ai loro allenatori: Ours PRESIDENT e Maura alias WONDER, una delle nostre allenatrici in corso d'opera!

I CORSARINI di giornata sono stati:
Giacomo alias KING KONG, Ludovico alias JACK, Alex alias TORNADO, Mattia alias MOTO MOTO, Filippo alias DANIEL e Dario alias THOR.






giovedì 2 novembre 2017

RUGGENTI MA CON LE UNGHIE ARROTONDATE

Il giorno nero a quanto si è capito ha colpito anche i nostri corsarini under 8 e microcorsarini under 6 che giocavano in casa.



I nostri under 8 hanno lottato molto ma c'è ancora da lavorare, manca un po' di convinzione, non riusciamo a "graffiare" i nostri avversari, ci manca ancora un po' di voglia di lottare, quando l'abbiamo messa in campo le mete sono arrivate, ma non abbiamo continuità e quindi ci areniamo di fronte ai nostri avversari che sono un po' più agguerriti.

Però questa è la strada attraverso la quale dobbiamo passare, perderemo queste prime partite ma ci alleneremo, lotteremo di più, impareremo ad avere continuità e allora i risultati saranno diversi.

Siamo partiti per fare un cammino insieme e insieme arriveremo alto, la stagione è lunga e da qui ripartiamo, non è buio pesto c'è molta luce in fondo al tunnel.

Invece i nostri microcorsarini under 6 hanno giocato una prima partita che li ha messi in difficoltà e rientrare in campo per le partite successive è stato troppo duro, non è facile lottare su un campo da rugby e i nostri microcorsarini stanno imparando a farlo e quindi onore e gloria a loro, avanti così!!!



194 ANNI ...... E NON SENTIRLI

Leggenda più che storia, una data però che nei nostri cuori non può che essere ricordata, motivo di orgoglio e giubilo.

Secondo la leggenda proprio il 01 novembre del 1823, contrariamente a tutte le regole, Williams Webb Ellis, alla Rugby School raccolse la palla con le mani nella propria aria e corse evitando di essere fermato dai compagni di scuola, fino a schiacciare la palla dentro la porta della squadra avversaria........

LE BASI DEL RUGBY sono state gettate in questo modo.

E allora buon compleanno RUGBY, 100, 1000, infiniti di questi giorni affinché tu ci faccia ancora appassionare, gioire e godere della tua meravigliosa forza, gloria e onore!

lunedì 30 ottobre 2017

PUNTUALE OGNI ANNO ARRIVA!!!!!

Il GIORNO NERO, dove tutto va a ramengo, dove non funziona nulla, nero come il buio in grotta, nero come lato oscuro della Luna.

Ieri i nostri corsari under 10 hanno avuto il giorno nero, ogni anno ne arriva uno per ogni categoria, di solito nelle prime partite e ieri, puntuale è arrivato!

Siamo partiti per un raggruppamento in terra viareggina, giornata di sole, tanti ragazzi....noi in 18.

Abbiamo fatto 2 squadre, ci siamo divisi e siamo andati all'arrembaggio.......ma qualcosa non ha funzionato, non ci siamo ritrovati in campo, abbiamo perso ogni riferimento, ogni punto certo e acquisito lo abbiamo rimesso in dubbio...... partita dopo partita abbiamo cercato di rimettere in piedi i nostri cocci ma ieri non avevamo portato la colla e quindi il nostro puzzle si smontava continuamente.

DICIAMOLO ONESTAMENTE IERI ..... NON E' STATA ARIA!

Ma senza una ragione apparente, i nostri avversari non erano troppo più forti di noi, i nostri avversari li avremmo potuti fronteggiare, ma .... non ci è riuscito.

Però noi sappiamo che quando incontriamo il giorno nero, quello dopo è sicuramente migliore e da questo ripartiamo!

In realtà non solo da questo ripartiamo! Della giornata passata al "grotta", ci dobbiamo portare dietro una cosa molto positiva:

IL CORAGGIO DEI NOSTRI RAGAZZI senza smettere di crederci sono scesi in campo in tutte le partite; a metà raggruppamento chiunque di noi adulti si sarebbe voluto alzare e andare via, chiunque di noi adulti non avrebbe voluto tornare sul terreno di gioco e invece loro, dimostrandoci tutto il loro valore, sono sempre andati in campo a combattere, senza tirarsi indietro, provandoci fino in fondo, onorando gli avversari, la nostra maglia, noi allenatori e non per ultimi SE STESSI.

Stare su un campo a lottare senza vedere concretizzata la fatica che si fa è difficilissimo, LORO LO HANNO FATTO!

Stare su un campo a lottare senza riuscire a fermare gli avversari sfiducerebbe chiunque, MA LORO HANNO MANTENUTO IL LORO IMPEGNO!

QUINDI.......

ONORE a chi un'altra volta ci ha insegnato ad essere veri RUGBYSTI;

ONORE a chi un'altra volta ci ha insegnato a non arrendersi anche quando sembra che non ci sarebbe altro da fare!

ONORE AI NOSTRI PICCOLI RUGBYSTI UNDER 10 perchè solo un rugbysta vero sa cosa è il GIORNO NERO, lo sa affrontare, lo sa accettare e lo sa sconfiggere, andando AVANTI, SOSTENENDOCI E CONTINUANDO A FARLO!

I corsari di giornata sono stati:
Giulio alias NUTELLA, Leonardo alias DARDO, Aschalew alias ASCIA, Giona alias MOBY DICK, Giovanni alias NANNI, Lorenzo alias P.P., Leonardo alias PILONE, Simone alias BLABBER, Jacopo alias JAKO, Giovanni alias SPILLO, Giotto alias GAMBA, Samuele alias PUZZOLA, Filippo alias SID, Lorezo alias FULMINE e Enea alias VETRIK, Carlo Maria alias CRICCHETTO, GIOVANNI alias ORSO, CRISTIAN alias MICRON.







domenica 22 ottobre 2017

SENZA TREGUA

Senza tregua sugli spalti, ad incitare ad urlare a dare spinta in avanti ai nostri corsari!

Senza tregua a bordo campo, io e Mr Alessandro ormai abbiamo le corde vocali che chiedono perdono! Pare che si stiano rivolgendo all'associazione di categoria delle corde vocali stanche per fare un esposto.... ma noi ....nulla! Senza tregua andremo avanti

Senza tregua in campo sotto una pioggia battente con gocce grosse come damigiane da 52 litri

Senza tregua.....i nostri ragazzi non hanno dato spazio ai loro avversari, non li hanno fatti giocare, non gli hanno dato la possibilità di capire cosa succedeva, li hanno pressati fino a rubargli il pallone, sono avanzati e come dice uno dei nostri allenatori..."la palla torna sempre alla squadra che avanza!" ....

E se siamo noi con la palla in mano, senza tregua avanziamo, sfondiamo, assorbiamo avversari, passiamo, li superiamo  e SEGNAMO.....
Meta e poi meta e poi meta e poi meta e poi meta ancora!

Senza TREGUA!

Torneo lungo, 6 partite 3 andata e 3 ritorno, 4 vittorie, 2 perse la terza e la sesta.

Inizio scoppiettante senza freni, grande vittoria contro una squadra con la quale dovevamo riprenderci qualche soddisfazione e lo abbiamo fatto, ne abbiamo riprese ben 6 di soddisfazioni, vittoria 6 a 1

Seconda partita arrembanti e pure qui qualche sassolino dalle scarpe dovevamo levarcelo....beh adesso loro sanno che non ce li potranno più mettere i sassolini nelle scarpe, li abbiamo lasciati tutti sul loro campo. Vittoria 5 a 3

Terza partita, la concentrazione era andata, pochi cambi, una squadra forte, calo di tensione e .... persa 1 a 4.... (lo scorso anno con questi perdevamo 10 a 0, una netta crescita l'abbiamo fatta).

Partite di ritorno, le prime 2 sotto una pioggia battente ma con il coltello fra i denti e senza pietà e senza tregua le abbiamo vinte 4 a 2 la prima e 5 a 2 la seconda; per l'ultima partita non ne avevamo più, la mancanza di cambi e il vento dopo la pioggia le botte prese ci hanno messo in ginocchio e abbiamo dovuto cedere le armi per 0 a 6.

Abbiamo preso la giusta strada, ne siamo sempre più coscienti, ma non ci possiamo fermare adesso, questo è solo l'inizio, abbiamo assaporato gloria e onore, abbiamo fatto capire con gioco ONESTO, e con SIGNORILITA', ai nostri avversari come si gioca a rugby, cosa vuol dire combattere, che non ci possono più mettere sotto e che se vogliono vincere con noi lo devono fare con tanta forza perchè noi ne metteremo in campo sempre di più.

Dobbiamo continuare a crescere non per essere i più forti ma per NOI STESSI, per imparare ad arrivare ad ogni meta che ci prefissiamo.

CONTINUIAMO COSI' RAGAZZI!!!!

Oggi in campo 14 Leoni inferociti, con la forza di un GORILLA e famelici come TIGRI:

Francesco alias BULLDOZER (capitano), Matteo alias TATANKA, Mattia alias SOTTILIETTA, Mattia alias MUFLONE, Emanuele alias BISTECCA, Pietro alias ROCCIA, Matteo alias KINDER, Mattia alias OSSO, Luca alias SCARPETTA, Samuele alias HOT DOG, Francesco alias SCHEGGIA, Simone alias WUDY, Fabrizio alias LORD, Laird alias CUBA LIBRE!